Il Blog di Paolo Della Bianca

Alice Cooper – Milano, 30 novembre 2017

A distanza di un anno e mezzo dal precedente concerto, tenuto nel mese di giugno 2016 (vedi l’articolo in questo stesso blog), Alice Cooper è tornato a Milano con un nuovo show sempre all’Alcatraz: stessa band, scaletta riveduta e leggermente aggiornata.

Alice Cooper . Milano, 30/11/17

Alice Cooper . Milano, 30/11/17

Pur con i suoi 69 anni suonati, Alice riesce a reggere il palco egregiamente anche se il concerto ha avuto una durata relativamente breve: poco meno di un’ora e mezzo (contro i cento minuti circa dell’anno prima), peraltro senza pause, durata forse spiegabile anche con il fatto che lo show faceva parte dell’ultima serie di 7 concerti europei in altrettanti giorni prima della conclusione del tour.
A mio avviso, Alice risulta più addirittura “performante” oggi di quanto non fosse negli anni ’70, anni in cui era come noto dedito all’alcool da cui fortunatamente si è liberato da decenni.

Per quanto riguarda la scaletta, poche sorprese: confermati gli “immancabili”, a parte “Elected” che aveva costituito uno dei bis dell’anno scorso; un solo brano dal nuovo recente album “Paranormal“; il reinserimento di “Department of Youth” che ho personalmente gradito molto; la chiusura con l’inno “School’s Out“, anche quest’anno arricchita dalla citazione di “Another Brick in the Wall (Part 2)” dei Pink Floyd.

Pubblico molto caldo e partecipativo al punto che, come l’anno scorso e come preannunciato su Twitter, il bassista Chuck Garric ha ripetuto il tuffo nella folla con l’immancabile fotografia.
Nella quale è risultato ben visibile il sottoscritto – e un po’ meno visibile, la consorte – come è possibile vedere dalla foto pubblicata più sotto!

La band è a mio parere molto ben selezionata: i chitarristi Tommy Henriksen (principale collaboratore di Alice) e Ryan Roxie costituiscono le chitarre principale sulle quali si innesta la presenza musicalmente e scenograficamente esuberante di Nita Strauss. Quest’ultima, con la sua impostazione più vicina all’heavy che al rock tradizionale, assicura quel pizzico di spettacolo in più che non stona in un set già di suo caratterizzato da effetti speciali e sorprese di vario genere – per lo più horror.
La base ritmica è garantita dal già citato Chuck Garric, chiaramente influenzato da Gene Simmons dei Kiss in alcuni atteggiamenti scenici e dal funambolico batterista Glen Sobel, molto potente e variato nella sua tecnica ed al tempo stesso spettacolare per via dei suoi giochi di manipolazione delle bacchette.
Non è certo un tema originale quello della frequente sottovalutazione dei batteristi nel rock, nel senso che fisicamente sono nelle retrovie del palco rispetto a cantante e chitarristi ed il loro lavoro rischia di finire a sua volta “sullo sfondo”. Alice Cooper si è assicurato un bravissimo batterista, più che degno erede di Eric Singer che l’aveva accompagnato per diversi anni prima di tornare nelle fila dei Kiss dopo la parentesi della band con il redivivo Peter Criss.

(Altro testo, foto e video dopo il “Continua a leggere“)

Alcune chicche del concerto sono state rappresentate da un bambino di età intorno agli 8-9 anni, tenuto sulle spalle dal padre (o chi per lui) per buona parte dello show, a cui Alice è riuscito a donare la bacchetta sfoggiata durante il bis “School’s Out”; la deformazione del cognome di Henriksen per fingere che provenisse da Milano, durante la presentazione della band; il “grazie” finale in italiano con relativa mimica “mediterranea”, alla fine dello show (quanto sopra è visibile nel video tratto da YouTube e pubblicato più sotto in questa pagina).

Al di là della cronaca propriamente detta, mi sento di esporre una considerazione a proposito degli artisti come Alice Cooper che hanno iniziato la loro carriera negli anni ’70 e sono ancora in giro.
A volte l’età si fa sentire, soprattutto sulle voci – non è il caso di Alice Cooper – e sulla presenza scenica ma è comunque una fortuna che artisti che hanno superato i 60, talvolta i 70 anni di età, abbiano ancora la voglia di fare tour ed esibirsi dal vivo.
Meglio godersi questi spettacoli, senza troppo lambiccarsi su quelle che erano le performance ai bei tempi: ritiri, malattie e purtroppo lutti ci stanno togliendo tanti grandi artisti anno dopo anno quindi godiamoci quelli che ci sono, così come sono oggi.

GALLERIA FOTOGRAFICA – NOSTRE FOTO

CHUCK GARRIC SI TUFFA TRA IL PUBBLICO – FOTO UFFICIALE

Chuck Garric - Milano, Alcatraz 30/11/17

VIDEO DA YOU TUBE: “SCHOOL’S OUT”

LA BAND

Alice Cooper – voce
Tommy Henriksen – chitarra e voce
Ryan Roxie – chitarra e voce
Nita Strauss – chitarra e voce
Chuck Garric – basso e voce
Glen Sobel – batteria

SCALETTA

1. Brutal Planet
2. No More Mr. Nice Guy
3. Under My Wheels
4. Department of Youth
5. Pain
6. Billion Dollar Babies
7. The World Needs Guts
8. Woman of Mass Distraction
9. Guitar Solo
10. Poison
11. Halo of Flies
12. Drum Solo
13. Feed My Frankenstein
14. Cold Ethyl
15. Only Women Bleed
16. Paranoiac Personality
17. Ballad of Dwight Fry
18. Killer / I Love the Dead
19. I’m Eighteen
20. School’s Out

LINKS

Articolo sul concerto di Alice Cooper – Milano, Alcatraz 14 giugno 2016 »

Condividi sui tuoi social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chi sono
Paolo Della Bianca

Sono nato a Milano nel 1965, vivo a Vigevano (PV), sono web designer freelance e ho creato questo blog per scrivere ... di tutto un po'.

Eviterò solo la politica perché, data la situazione, è impossibile discuterne senza scadere nella polemica e magari nell'insulto ...

Se vorrete, potrete inviare i vostri commenti che saranno pubblicati, sempre che non siano offensivi e/o volgari.

Grazie dell'attenzione!

In evidenza: PiD
Paul is Dead Leggenda metropolitana? Burla? Invenzione giornalistica? Oppure un'incredibile verità? Le mie valutazioni su PiD cioè "Paul is Dead" e l'interessante discussione con la partecipazione di voi lettori!
Archivi
Categorie
Statistiche
  • 41695Totale visitatori:
  • 106760Totale letture: